sfondo_bambina

Centri Giovanili

Il progetto BAT intende promuovere un nuovo modo di fare educazione ambientale attraverso la realizzazione di una serie di laboratori rivolti a ragazze e ragazzi dei centri giovanili del Comune di Bolzano. Le attività proposte punteranno a coinvolgere i ragazzi e le ragazze in esperienze pratiche e operative; i progetti saranno interdisciplinari e intrecceranno differenti ambiti di competenza. In questo modo, a partire dall’educazione ambientale, si promuoverà l’integrazione costruttiva di aspetti riferibili all’educazione alla cittadinanza e al consumo critico e consapevole, oltre a esperienze legate alle scienze. Gli strumenti didattici del progetto BAT, a seconda dei laboratori realizzati, saranno fondamentalmente orientati alle arti, alle tecnologie e all’uso veicolare delle lingue (italiano, tedesco e inglese), e con la spiccata attitudine a poter sempre e comunque “mettere le mani nella terra”.

In questa pagina trovate alcuni esempi legati alla realizzazione dei laboratori. Ulteriori idee e proposte potranno essere suggerite e successivamente sviluppate contattando direttamente il gruppo di lavoro info@canalescuola.it

Il progetto BAT e le attività laboratoriali di educazione ambientale sono finanziate dal Comune di Bolzano, Ufficio Tutela dell’Ambiente e del Territorio (Ufficio 5.3).
I centri giovanili possono usufruire gratuitamente di questo servizio.
Il gruppo di lavoro del progetto BAT è composto da educatori e formatori di Canalescuola Soc. Coop. e da una rete di collaborazione che coinvolge l’Associazione di educazione ambientale ECO e la cattedra di Tecnologie dell’educazione della Libera Università di Bolzano.

Visite e soggiorni didattici
Il gruppo di progetto BAT offre la possibilità agli insegnanti delle scuole di organizzare delle escursioni e delle visite didattiche sul territorio del Comune di Bolzano. Con pochi passi o utilizzando i mezzi pubblici è possibile visitare in giornata moltissimi siti e strutture di interesse ambientale.
Il BAT offre inoltre la possibilità di programmare, con gli insegnanti interessati, soggiorni didattici di più giorni. Canalescuola mette a disposizione una struttura particolarmente adatta ad attività formative ed educative: si tratta del centro di formazione ed educazione ambientale “Castelbasso” (Bresimo, Val di Non, Trentino). Presso il centro è possibile realizzare attività didattiche, educative e soggiornare in pensione completa con gruppi di bambini per un massimo di 40 posti. info@castelbasso.com

I laboratori BAT

La città negli occhi dei ragazzi
Come descriveresti la tua città? Cosa faresti vedere a un amico in visita a Bolzano? Durante il laboratorio i ragazzi saranno stimolati a riflettere sulla propria città attraverso tecniche di narrazione autobiografica e verranno invitati a descrivere gli angoli della città a loro più cari. Verrà quindi realizzata una “guida” cartacea o digitale in cui saranno raccolti i racconti dei ragazzi e le fotografie o i video realizzati.

Made in Spazzatura
Durante il laboratorio i ragazzi e le ragazze utilizzeranno i rifiuti come risorse per costruire dei “nuovi oggetti”. Potranno costruire semplici strumenti musicali (maracas, bastoni della pioggia, tamburi etc.) utilizzando materiale di recupero per realizzare una piccola “orchestra spazzatura” oppure potranno creare dei gioielli (orecchini, collane, braccialetti etc.) sempre utilizzando materiale di recupero.

Eco, la musica
Il laboratorio è un macro-percorso incentrato su ambiente e musica, articolato su tre moduli che affrontano i temi del riciclaggio e del riuso creativo dei rifiuti, del rispetto e della tutela dell’ambiente. Le problematiche ambientali vengono affrontate attraverso il gioco e la musica, le tecniche di scrittura e rielaborazione creativa e l’uso delle tecnologie informatiche. Scarica il documento di progetto.

Cadavre exquis
Nel 1925 alcuni pittori surrealisti inventarono un gioco chiamato cadavre exquis (cadaveri eccellenti), un gioco di carta e matita, che consiste nel creare un testo o un'immagine con un lavoro di gruppo in cui però ogni partecipante ignora i contributi degli altri. Il laboratorio si propone di creare così con i ragazzi animali fantastici per poi realizzare un cartone animato o per realizzare le illustrazioni di una storia inventata.
Chef per un giorno
Che farine si possono usare per fare il pane? Come si fanno gli Spätzle? Durante questo laboratorio i ragazzi avranno l’opportunità di stimolare e affinare i sensi, di scoprire e di conoscere il cibo e di interpretare creativamente le ricette proposte. Saranno illustrate diverse ricette e i ragazzi potranno cucinare con le loro mani, utilizzando la maggior varietà possibile di materie prime diversificate e recuperando antiche ricette e tradizioni.
Concerto d’acqua
Il laboratorio si propone di analizzare assieme ai ragazzi l'elemento acqua da un nuovo punto di vista. Durante il laboratorio i ragazzi e le ragazze potranno registrare, per mezzo di un computer, i suoni dell'acqua in diverse situazioni (acqua che scorre, oggetti diversi lanciati nell'acqua, acqua versata su diverse superfici etc.). I suoni registrati saranno composti assieme utilizzando un software per il montaggio sonoro e verranno così realizzati brevi brani musicali.
L’astronomia spiegata ai più piccoli
Come si fa a spiegare cos’è un buco nero a un bambino? Il laboratorio si propone di condurre i ragazzi in un percorso di analisi per scoprire l’astronomia. Durante il laboratorio i ragazzi saranno poi guidati dagli operatori nella realizzazione di un video/libro per bambini in cui dovranno cercare di spiegare in maniera semplice ed efficace le nozioni imparate affinché risultino fruibili anche dai più piccoli.
Hortus simplicium
Nell’antica Grecia l’utilizzo delle piante officinali era associata a riti magici e divini mentre nel Medioevo le piante officinali venivano coltivate ed utilizzate come simplicia, cioè come rimedi semplici. Attraverso l’analisi di miti, leggende e testi antichi il laboratorio si propone di scoprire con i ragazzi l’importanza e le caratteristiche delle piate officinali per realizzare insieme alcuni semplici rimedi o dei prodotti cosmetici (burrocacao, creme etc.).
Spot ambiente
Il laboratorio si propone di condurre i ragazzi in un percorso di analisi per comprendere l'importanza della salvaguardia dell'ambiente. I ragazzi saranno portati a riflettere sul problema della dipendenza energetica del nostro pianeta al fine di elaborare messaggi e possibili ipotesi registiche per la realizzazione di uno spot o di un “cartellone pubblicitario” sul risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.